logo

  L’Istituto “Luigi di Maggio” di San Giovanni Rotondo, nell’ambito delle attività di Alternanza Scuola Lavoro, ha attuato nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 un percorso di Laboratorio.Biz in collaborazione con l’Associazione Students Lab, un programma formativo che si realizza attraverso la creazione e la gestione di laboratori d’impresa in ambiente scolastico.

Lo scorso 15 Ottobre si è conclusa con grande successo la Competizione Regionale dei laboratori Students Lab, tenutasi presso il Centro Commerciale Mongolfiera a Foggia. Le mini company che hanno potuto partecipare a questa competizione sono quelle che sono risultate vincitrici o idonee alla precedente competizione locale, che si è tenuta lo scorso giugno.

L’ISIS “Luigi Di Maggio” porta a casa un ottimo risultato, vincendo come migliore impresa, migliore team e migliore business plan, aggiudicandosi 3 qualificazioni su 4.

 Le migliori minicompany che accederanno alla fase nazionale sono:

  •  Tillanzia_box – classe 5C BIO come #migliorimpresa
  • Foureim – classe 4A AFM come #migliorbusinessidea
  • Save Dreams – classe 4A AFM come #migliorteam

 

Tillanzia_Box è un vaso di design in varie forme e dimensioni, realizzato interamente con rami provenienti da alberi tipici del Gargano e spago.
Tillanzia_Box permette di portare la bellezza della natura in una stanza. La scelta della Tillianza non è casuale ma unisce il fattore estetico alla capacità di questa pianta di agire sul bio-risanamento dell’aria, infatti grazie ad alcune strutture particolari presenti sul suo epidermide, può assorbire umidità e agenti inquinanti dall’aria.

 

Save Dreams, ovvero Conta Sogni, è un salvadanaio elettronico intelligente in grado di contare le monete, smistarle in delle sezioni attraverso uno “scivolo” e visualizzare il totale su un display.
Oltre a custodire le monete il salvadanaio intelligente consente di prelevare quelle che necessitano ed è dotato di led luminosi per essere utilizzato anche come lampada.

 

 

Foureim è uno sgabello fatto in legno, avente una ruota di bicicletta al di sotto della seduta e due pedali che fungono da poggiapiedi, si ispira alla più nota “sedia Duchamp”, opera d’arte moderna, emblema del Dadaismo e simbolo della contemporaneità.
Come la “sedia Duchamp” anche Foureim si presenta come un paradosso logico, perché unisce oggetti che esprimono il movimento (la ruota e i pedali) a uno che rappresenta l’immobilità (lo sgabello), dei prodotti industriali (la ruota e i pedali) a uno artigianale (lo sgabello di legno).

 

Gli studenti dell’Istituto sangiovannese hanno saputo convincere con le loro idee imprenditoriali la giuria di esperti, costituita dall’avvocato Giovanni Giuliano dell’Associazione Puglia-Russia, dal professor Antonio Corvino dell’Università degli Studi di Foggia (Dipartimento di Economia) e dalla dottoressa in Economia e Commercio Antonietta Lalla.