Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

Vi proponiamo con piacere questo breve riassunto del libro che l’autrice ci ha gentilmente chiesto di pubblicare.

“Roberto Egondi, ginecologo pisano, ha sempre mentito.

Vassilij Florenskij, un uomo russo legato indissolubilmente a Roberto, ha sempre detto la verità.

Roberto, a sessant'anni, ha tutto, ottenuto di bugia in bugia.

Vassilij, a sessant'anni, è costretto a continuare la vita di nascosto.

Sabato 22 marzo l’incontro-dibattito di presentazione della ricerca condotta sulle ragazze di Manfredonia

Si chiama “L’amore: lo scarto tra desiderio e realtà” il progetto realizzato dall’Istituto “A. G. Roncalli”. Si tratta di una ricerca condotta su 300 ragazze di Manfredonia dai 14 ai 20 anni e che ha riguardato tutte le scuole secondarie superiori della Città. Sabato 22 marzo 2014, alle ore 18.30, presso il Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia, l’Istituto “Roncalli” e Bottega degli Apocrifi presentano “un piccolo segmento” di questa ricerca.

Ancora grandi nomi della scena teatrale nazionale per “Cogli la prima”, la Stagione di Prosa del Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia. Dopo i grandi successi ottenuti da Silvio Orlando con “Il nipote di Rameau” di Diderot e da Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino che hanno portato in scena “Due di noi”, venerdì 21 marzo 2014 arrivano Le Sorelle Marinetti con lo spettacolo “Non ce ne importa niente”.

Nei giorni 7, 8, 9, 10 e 11 Aprile p.v. sarà rappresentata presso il Cine Teatro S. Michele di Manfredonia la commedia in vernacolo in 3 atti di Dina Valente e Stefano Nenna  “Ma che Timpe!”, per la regia di Dina Valente.

La Commedia, portata in scena nel 1985 al Teatro Umberto Giordano di Foggia in occasione del 3° Festival provinciale, si rivelò immediatamente come uno scoppiettante ma raffinato vaudeville, un meccanismo comico molto ben oliato, arguto e affascinante, tanto da stravincere il Festival aggiudicandosi, il primo premio come migliore spettacolo, e altri numerosi premi assegnati a: Antonio Potito, Teresa Grieco, Antonio Vairo, Stefano Nenna, Filomena Trotta, Enzo D’Ambrosio, Enzo Francavilla e Dina Valente per la regia.

In ogni angolo del Gargano vi è posto un frammento di storia i cui avvenimenti non tutti sono documentabili. Gli stessi episodi raccontati, si modificano poi nel tempo e così che dalla storia passano alla leggenda.

Le scosse di terremoto e il caldo torrido verso l’inizio degli anni cinquanta, non consentivano di far dormire la popolazione sannicandrese. Nelle  notti di quell’estate,  gli abitanti del rione “vigna di Brenna” solevano riunirsi nella strada di via Ariosto formando un semicerchio per recitare il santo rosario con di fronte la chiesetta di San Giuseppe bene in vista, invocando San Michele per ogni scossa.

“I biglietti sono terminati” – fanno sapere gli organizzatori. Tutto esaurito quindi per l’ottavo appuntamento di “Cogli la prima”, la Stagione di Prosa 2013-2014 del Teatro Comunale “Lucio Dalla” di Manfredonia. Domenica 9 marzo 2014, alle ore 21.00, Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino portano in scena “Due di noi” di Michael Frayn.

Dopo il Veneto e la Calabria “Sinbad il viaggiatore”, la nuova produzione della compagnia Bottega degli Apocrifi, parte per una mini tournée in Puglia: domenica 2 marzo a Foggia, giovedì 13 e venerdì 14 a Taranto per chiudere a Bari, da domenica 16 a martedì 18.